Feby Indirani presenta "Non è mica la vergine Maria" (add editore)

10 ottobre 2019 ore 18 | Bologna, Trame Libreria Bookshop, via Goito 3/C

10 ottobre ore 18 | Bologna, Trame Libreria Bookshop
Feby Indirani presenta Non è mica la vergine Maria (add editore)
L'accompagna Ilaria Benini, editor e curatrice della collana Asia di add editore, e dialogherà con Cristina Gamberi e Francesco Cattani.

In Indonesia, la più popolosa nazione musulmana al mondo, i veli che coprono i volti delle donne – e delle bambine – sono esplosi come una moda. Di recente il governatore della capitale Jakarta, Ahok, è stato arrestato con l’accusa di blasfemia perché, cristiano, ha osato citare il Corano in campagna elettorale. Da questo clima nascono i diciannove racconti di Feby Indirani, parodie provocatorie che con acume e umorismo mettono in rilievo le incongruenze dell’islam radicale. Musulmana ed emancipata, l’autrice offre una lettura femminista della vita sociale dell’Indonesia contemporanea sottoposta all’ortodossia islamica. Scenari surreali, fate, animali che parlano, diavoli annoiati contribuiscono a creare storie che giocano con il paradosso e la contraddizione: una giovane modella per riviste erotiche sostiene di essere incinta senza aver fatto sesso; una maialina, animale impuro per eccellenza, vuole convertirsi all’islam prima di morire; un uomo esasperato elabora piani sofisticati per assassinare il muezzin che ogni notte lo disturba pregando dagli altoparlanti della moschea vicina. Leggera e sfacciata, Feby Indirani è la prima autrice indonesiana ad aver osato tanto. È riuscita a superare sfide come il rifiuto di molti editori e tipografie a pubblicare e stampare il libro, ottenendo un’accoglienza entusiasta dal pubblico.

Feby Indirani è nata nel 1979 a Jakarta. È scrittrice, sceneggiatrice e giornalista. Ha lavorato per i più importanti media indonesiani, come «Tempo» e «Business Week», occupandosi di religione e minoranze. Ha pubblicato cinque libri in Indonesia. Non è mica la Vergine Maria è il primo a essere tradotto all’estero.

Cristina Gamberi si occupa di studi sulle donne e di genere presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell'Università di Bologna dove lavora presso il Master in studi delle donne GEMMA. Si interessa di scrittura femminile, in particolare delle opere di Angela Carter, Jean Rhys, Doris Lessing e Anne Sexton. Ha curato e tradotto le poesie di Anne Sexton “La Zavorra dell'eterno” per Crocetti Editore; e per ETS di Doris Lessing “Il giorno che morì Stalin”; e ha curato “Educare al genere. Riflessioni e strumenti per articolare la complessità” (Carocci). Con l’associazione “Il progetto Alice” realizza percorsi educativi nelle scuole sui temi della prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne. Su questi temi ha lavorato anche in teatro come autrice dello spettacolo teatrale Doppio taglio con cui ha ricevuto il Patrocinio dalla Commissione Pari Opportunità della RAI

Francesco Cattani è assegnista di ricerca e professore a contratto presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università di Bologna. Inoltre insegna Traduzione Culturale presso la Scuola di Teatro Jolanda Gazzerro di ERT - Emilia Romagna Fondazione Teatro.
Il suo nuovo progetto di ricerca s’incentra sulle fantascienze, utopie e distopie critiche, tra letteratura e cultura visuale, per analizzare come questi testi possano avere valore per una trasformazione socio-culturale volta a favorire inclusività, equità sociale e uguaglianza di genere.
Ha pubblicato saggi su Ingrid Pollard, Bernardine Evaristo, Black Audio Film Collective, Caryl Phillips, Aravind Adiga, Ornela Vorpsi.

Evento su facebook: https://www.facebook.com/events/1036611506692557/

segnalazioni