Ocean Noir - Black Ocean - O oceano negro

Gli arazzi di William Wilson - 21 marzo - 18 aprile - Museo Civico Medievale - Via Manzoni, 4

L'océan noir – The black ocean – O oceano negro

Gli arazzi di William Wilson

26 marzo – 18 aprile

Inaugurazione giovedì 25 marzo, ore 19

Museo Civico Medievale

Via Manzoni, 4

info: 051 20 3916

Mostra a cura di

Giannino Stoppani Cooperativa Culturale

In collaborazione con

Museo Civico Medievale

Biblioteca Amilcar Cabral

B.C.L.A. Bureau de Coopération linguistique et artistique – Ambasciata di Francia, Roma

Gallimard Jeunesse Giboulées

Visite guidate a cura di

Giannino Stoppani Cooperativa Culturale

Biblioteca Amilcar Cabral

Info: 051 6154463

Appuntamenti

25 marzo, ore 17,30

Caffè degli illustratori – Fiera del libro

William Wilson

Intervengono:

Colline Faure-Poiée Gallimard Jeunesse Giboulées

Grazia Gotti, Giannino Stoppani Cooperativa Culturale

26 marzo 18,30

Libreria per ragazzi Giannino Stoppani

William Wilson dedica il libro

L'Océan Noir, Gallimard Jeunesse Giboulées

fieri di leggere 2010

Sono esposti diciotto arazzi di tessuto, le cui immagini sono tratte dall'omonimo libro di William Willson.

William Wilson è un illustratore franco-togolese di numerosi libri pubblicati dalle più importanti case editrici francesi.

L'Océan noir ridisegna la storia degli uomini neri: potenti re africani o attivi mercanti di schiavi, prigionieri condotti nel continente americano che si portavano le loro culture e le loro tradizioni, negri appena sbarcati, fuggiti nella foresta con l’aiuto degli Indiani, élites educate alla corte del regno Mina, neri americani riuniti sotto la bandiera pacifista di Martin Luther King o quella più offensiva del Black Panthers, musicisti neri, artisti neri, popolo nero.

Per raccontare questa straordinaria odissea, William Wilson sceglie la pratica secolare de "l’appliqué", arte tradizionale del Bénin.
L'artista realizza, con la complicità dei maestri tintori, sempre attivi a Abomey, nel Bénin, diciotto grandi “arazzi” di tessuto, come altrettanti momenti chiave della storia di un popolo che è anche quella della traversata dell’Oceano Nero.

"L'Océan noir è il mio contributo alle memorie éclatés del mondo nero" - dice Wilson

segnalazioni