L'Asia tra passato e futuro

Convegno di studi per ricordare Enrica Collotti Pischel a dieci anni dalla scomparsa. 14 novembre 2013 - Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali - Via Conservatorio 7, Milano

Enrica Collotti Pischel ha contribuito agli studi sull'Asia dal 1953 (quando si laureò con Antonio Banfi discutendo una tesi sulle origini ideologiche della rivoluzione
cinese) al 2003. Mezzo secolo: un periodo che sollecita molte domande su ciò che ancora permane delle società, dell'economia, delle vicende politiche dell'Asia e su ciò
che è mutato da allora. Nella seconda metà del Novecento l'Asia passa da una condizione generale di povertà e sottosviluppo a un ruolo internazionale preminente
in ambito economico e politico, nel corso di un processo non facilmente prevedibile negli anni in cui questa regione era interessata soprattutto alle rivoluzioni e alle
guerriglie. Del mezzo secolo che è seguito alle grandi trasformazioni degli anni '40 (guerra, decolonizzazione, rivoluzione cinese) occorre evidenziare i mutamenti di
ordine storico, politico e giuridico che hanno contribuito a gettare le basi dell'attuale concerto internazionale.

A dieci anni dalla morte di Enrica Collotti Pischel, i colleghi dell'Università degli studi di Milano hanno promosso un convegno volto ad analizzare, partendo dai
differenti approcci disciplinari, i fattori di mutamento e di continuità nell'Asia di ieri e di oggi. Hanno aderito studiosi e ricercatori che hanno conosciuto Enrica e che con
lei hanno discusso e collaborato. Il Convegno, promosso dal Dipartimento di Studi internazionali, Giuridici e Storico-politici, è organizzato insieme al Dipartimento di Scienze della Mediazione linguistica e di Studi interculturali, al Centro interdipartimentale di ricerca sull'Asia contemporanea e all'Istituto Confucio dell'Università degli studi di Milano.

Allegati

segnalazioni